Monte Bulgheria

Questo post è disponibile anche in: enEnglish (Inglese)

La discendenza del duca Altzek sui monti bulgari

Nel 700 d.C. si spostano nel cuore del Cilento popolazioni bulgare condotte dal loro giovane principe Altzek, figlio del gran imperatore Kubrat, colui che riunì tutta la Bulgaria sotto un’unica bandiera. I longobardi “assoldarono” i bulgari venuti in provincia di Salerno come soldati e braccianti, e presto questi ultimi si mescolarono al resto della popolazione locale. Ancora adesso, l’eco di quella migrazione risuona nei toponimi e nei luoghi di quella zona: basti infatti pensare al Monte Bulgheria, il grande massiccio che abbraccia e protegge i comuni che sorgono alle sue pendici, tanto da alimentare la leggenda che esso sia una grande leonessa addormentata, pronta a svegliarsi in caso di invasioni e pericolo. Tante sono le tracce della storia in questi luoghi: si pensi a Roccagloriosa e al suo museo di storia lucana e all’antica e misteriosa città di Orbitania (prima Fistelia), i cui resti rimangono, misteriosi e silenziosi, fuori dalla città. Si pensi, ancora, alle cupole delle antiche chiese in stile bulgaro e medio orientale di Celle di Bulgheria. Infine va ricordato, nell’entroterra, il borgo medievale di Castel Ruggero (frazione di Torre Orsaia), in cui dimorò, per qualche tempo l’imperatore normanno Ruggero II, nonché lo stesso centro storico di Roccagloriosa, che conserva ancora pressoché integro il suo affascinante aspetto medievale.

Contattaci

Chiedici qualunque eventuale informazione ti venga in mente!
Scrivici all’indirizzo salernotour@hotmail.com

Download Attachments

Questo post è disponibile anche in: enEnglish (Inglese)