Valle del Calore

Questo post è disponibile anche in: enEnglish (Inglese)

L’eco degli Hauteville nella valle del Calore

Alle spalle della Piana del Sele, nascosta dai Monti Calpazio e Vesole, si distende la vallata solcata dal fiume Calore, il corso d’acqua che sgorga dalle pendici del Monte Cervati. Arroccati sulle alture, borghi e castelli si susseguono come eterne sentinelle di pietra. Fu la famiglia normanna degli Hauteville (italianizzati in Altavilla) a volere la costruzione di queste fortificazioni, tra cui sicuramente va citato l’imponente castello di Roccadaspide, uno dei più grandi e suggestivi della provincia di Salerno. Un castello e un borgo di stampo medievale e normanno è anche quello di Altavilla Silentina, tra i cui suggestivi vicoli compaiono delle epigrafi con versi poetici in dialetto locale. E poi ancora il dedalo di corridoi e scale di Castel San Lorenzo e le antiche fortificazioni e Chiese di Felitto, la cui struttura medievale è pressoché intatta. Per quanto riguarda la gastronomia, vanno poi ricordati anche il celebre e gustosissimo fusillo felittese, antichissima pasta locale, ed il vino di Castel San Lorenzo, uno dei più gustosi dell’intero territorio salernitano, un prodotto di nicchia ma che vale la pena assaggiare. E’ inoltre da non perdere un’escursione alle Gole del Calore, al di sotto della rupe su cui si erge Felitto, laddove cinto dai monti, il fiume scorre impetuoso, cristallino e rigenerante, immerso in un panorama da sogno. Infine, consigliatissimi anche i diversi sentieri di trekking che conducono alle alture che sovrastano Roccadaspide, alla ricerca dei famosi “marroni”, ovvero le buonissime castagne locali IGP.

Contattaci

Chiedici qualunque eventuale informazione ti venga in mente!
Scrivici all’indirizzo salernotour@hotmail.com

Download Attachments

Questo post è disponibile anche in: enEnglish (Inglese)